Skip to main content

Come redigere un capitolato di gara efficace

capitolato di garaUn capitolato di gara è un documento tecnico che contiene le specifiche tecniche delle opere o dei servizi che devono essere eseguiti o erogati da un fornitore che partecipa a una gara d’appalto. Il capitolato di gara fa parte integrante del contratto d’appalto e regola i rapporti tra la stazione appaltante (il committente) e l’aggiudicatario (il fornitore).

Ma come si scrive un capitolato di gara efficace? Quali sono gli elementi da considerare per rendere il documento chiaro, completo e conforme alla normativa vigente? Ecco alcune domande e risposte che ti aiuteranno a redigere un capitolato di gara di qualità.

Qual è la differenza tra bando, disciplinare e capitolato di gara?

Il bando, il disciplinare e il capitolato di gara sono tre documenti fondamentali che compongono la lex specialis della gara, ovvero le regole specifiche che disciplinano la procedura di affidamento. Il bando è il documento che annuncia la gara e contiene le informazioni generali, come l’oggetto, il valore, la modalità e i criteri di aggiudicazione. Il disciplinare è il documento che stabilisce i requisiti di partecipazione, i termini e le modalità di presentazione delle offerte, lo svolgimento delle sedute e la valutazione delle offerte. Il capitolato è il documento che dettaglia le caratteristiche tecniche delle opere o dei servizi richiesti, le modalità di esecuzione o di erogazione, i controlli e le verifiche, le penali e le garanzie.

In caso di contrasto o contraddittorietà tra le disposizioni contenute nei tre documenti, prevale il contenuto del bando, in quanto documento principale e di maggiore pubblicità.

Differenze in sintesi

DocumentoFunzioneContenuto
BandoFissa le regole di garaInformazioni generali, oggetto, valore, modalità e criteri di aggiudicazione
DisciplinareSpecifica il procedimento di garaRequisiti di partecipazione, termini e modalità di presentazione delle offerte, svolgimento delle sedute, valutazione delle offerte
CapitolatoDettaglia le caratteristiche tecniche delle opere o dei servizi richiestiSpecifiche tecniche, modalità di esecuzione o erogazione, controlli e verifiche, penali e garanzie

Come strutturare il capitolato di gara?

Non esiste una struttura unica e standard per il capitolato di gara, ma in generale si può seguire uno schema che prevede le seguenti sezioni:

  • una premessa, che riporta i riferimenti al bando e al disciplinare di gara, l’oggetto e il valore della gara, le norme generali applicabili;
  • una descrizione dettagliata delle opere o dei servizi richiesti, con le relative specifiche tecniche, le prestazioni, le funzionalità, le caratteristiche qualitative e quantitative;
  • una indicazione delle modalità di esecuzione o di erogazione delle opere o dei servizi, con i tempi, i luoghi, le responsabilità, le obbligazioni e le facoltà delle parti;
  • una definizione dei controlli e delle verifiche da effettuare sulle opere o sui servizi, con i criteri, le modalità, le frequenze e le sanzioni previste;
  • una determinazione delle penali e delle garanzie da applicare in caso di inadempimento, ritardo o difetto delle opere o dei servizi, con le modalità di calcolo e di pagamento.
CausaEffettoPenale
Ritardo nella consegna delle opere o dei servizi
Mancato rispetto del termine pattuito nel capitolato di garaPagamento di una somma predeterminata per ogni giorno di ritardo, fino a un massimo stabilito nel capitolato di gara o nella legge
Inadempimento totale o parziale delle opere o dei servizi
Mancata esecuzione o erogazione delle opere o dei servizi richiesti nel capitolato di garaPagamento di una somma equivalente al valore delle opere o dei servizi non eseguiti o erogati, oltre al risarcimento del danno ulteriore eventualmente provato
Difetto delle opere o dei servizi
Scostamento delle opere o dei servizi dalle specifiche tecniche previste nel capitolato di garaPagamento di una somma proporzionale al difetto riscontrato, oltre al risarcimento del danno ulteriore eventualmente provato

Il capitolato di gara deve essere redatto con chiarezza, completezza e coerenza, evitando ambiguità, contraddizioni o omissioni che possano generare dubbi o contenziosi. Inoltre, il capitolato di gara deve essere conforme alla normativa vigente in materia di appalti pubblici, di sicurezza, di ambiente e di qualità.

Come usare il capitolato di gara per il tuo cantiere come strumento strategico

Il capitolato di gara non è solo un documento tecnico, ma anche uno strumento strategico per il tuo cantiere. Infatti, il capitolato di gara ti permette di:

  • definire in modo preciso le tue esigenze e le tue aspettative, in termini di qualità, prestazioni, funzionalità e sicurezza delle opere o dei servizi che devi affidare;
  • selezionare i fornitori più qualificati e competitivi, in base alla loro capacità di soddisfare le tue specifiche tecniche e di offrire il miglior rapporto qualità-prezzo;
  • monitorare e valutare l’andamento delle opere o dei servizi affidati, verificando il rispetto dei requisiti, delle modalità e dei tempi stabiliti nel capitolato di gara;
  • gestire eventuali problemi, controversie o reclami, avendo un riferimento normativo e contrattuale chiaro e vincolante per entrambe le parti.

“Grazie a myAEDES ho documentato le violazioni del capitolato e ottenuto la riparazione gratuita delle opere difettose.” Cliente myAEDES

Per usare al meglio il capitolato di gara per il tuo cantiere, ti consigliamo di:

  • coinvolgere i tuoi consulenti tecnici, legali e commerciali nella redazione del capitolato di gara, per avere una visione completa e integrata delle tue necessità e delle tue opportunità;
  • consultare le fonti informative e normative disponibili, come le linee guida, le raccomandazioni, le buone pratiche, le norme tecniche e i regolamenti del settore;
  • usare un linguaggio semplice, chiaro e univoco, evitando termini generici, ambigui o soggettivi, che possano prestarsi a interpretazioni diverse o fuorvianti;
  • aggiornare il capitolato di gara in caso di modifiche, integrazioni o varianti, comunicandole tempestivamente ai fornitori interessati e ottenendo il loro consenso scritto.

Come scegliere la migliore app per il tuo cantiere

Se stai cercando una soluzione innovativa e efficace per gestire il tuo cantiere, ti presentiamo myAEDES, l’app per il cantiere che ti aiuta a:

  • organizzare e monitorare le attività del tuo cantiere, con una pianificazione dettagliata, una gestione delle risorse e una verifica dei risultati; VEDI CALENDARIO CONDIVISO ATTIVITÀ DI CANTIERE
  • comunicare e collaborare con i tuoi collaboratori, con una condivisione delle informazioni, una trasmissione dei documenti e una risoluzione dei problemi;
  • rispettare le norme e le regole del capitolato di gara, grazie alla possibilità di creare rapportini e schede di controllo personalizzate che permettono di monitorare quotidianamente lo svolgersi delle lavorazioni programmate

myAEDES è l’app per il cantiere che ti offre:

  • una interfaccia semplice e intuitiva, che ti permette di accedere a tutte le funzionalità con pochi clic;
  • uno spazio in cloud sicuro, che ti garantisce la protezione dei tuoi dati e la continuità del servizio da tutti i tuoi dispositivi;
  • una compatibilità con i principali dispositivi e sistemi operativi, che ti consente di usare l’app con il tuo smartphone, tablet o computer (Android, iOS, Huawei, PC, Mac)

myAEDES permettere di:

  • risparmiare tempo e denaro, riducendo gli errori, i ritardi e i costi;
  • aumentare la qualità e la soddisfazione, migliorando le prestazioni, la sicurezza e il rapporto con i collaboratori;
  • ottenere vantaggi competitivi, differenziandoti dalla concorrenza e accedendo a nuove opportunità di mercato grazie alla conformità alle recenti normative in tema di digitalizzazione degli atti.

Trovi altre informazioni sui rapportini di cantiere a questa pagina