Skip to main content

Resta aggiornato con noi sul mondo dell’edilizia! Segui myAEDES

Il concetto di sviluppo sostenibile è stato definito per la prima volta nel 1987 dalla Commissione Mondiale sull’Ambiente e lo Sviluppo.

Oggigiorno si sente sempre più parlare di edilizia sostenibile e di tematiche ambientali.  Si tratta di due settori di fondamentale importanza a livello funzionale e a livello formale.

L’edilizia sostenibile consiste nel limitare l’impatto degli edifici sull’ambiente, pur garantendo una qualità superiore in termini di estetica, durata nel tempo e resistenza.

I materiali

L’edilizia sostenibile prende in considerazione l’intero ciclo di vita degli edifici, la scelta dei prodotti iniziali fino alla loro demolizione e riciclo. L’obiettivo fondamentale è limitare l’impatto ambientale.

Progettare un’architettura sostenibile significa considerare elementi fondamentali del processo di progettazione tra cui l’orientamento, il soleggiamento e l’ombreggiamento prodotto dalle preesistenze, i fattori di ventilazione naturale, ma anche l’adozione di sistemi alimentati da biomasse, sistemi domotici di gestione, sistemi di sfruttamento e gestione dell’energia rinnovabile, tutto ciò realizzato e integrato con materiali studiati appositamente per interagire con l’ambiente e con le sue caratteristiche peculiari.

L’edilizia sostenibile, nota anche come “bioedilizia”, presenta diversi vantaggi: primo fra tutti, l’efficienza energetica, che consiste negli alti rendimenti nell’utilizzo dell’energia, riducendo gli sprechi.

L’efficienza energetica va sempre a braccetto con la diminuzione dell’impatto sull’ambiente, eventualmente legato a emissioni nocive: sfruttando il più possibile le fonti pulite e cercando di evitare l’impiego di quelle fossili, si ottengono degli effetti positivi sul territorio di riferimento.

Soluzioni

Ma come è possibile entrare in questo mondo?

Sempre di più sono le agevolazioni che il governo da ai cittadini.

Con la legge di bilancio del 2019 il Bonus Casa è stato prorogato fino al 31 Dicembre 2019.

Resta, dunque, aperta la finestra di opportunità per chi intende ristrutturare le proprie abitazioni grazie all’impiego di materiali edili sostenibili, tecnologie e prodotti specifici a basso impatto ambientale.

Conclusione

Investire nell’edilizia sostenibile significa proprio ridurre il più possibile gli impatti negativi di quella che rappresenta una delle principali attività umane sull’ambiente naturale. La rapida diffusione dei diversi protocolli di certificazione degli edifici sta peraltro trasformando radicalmente la domanda di materiali, sistemi e tecnologie per l’edilizia.

Richiedendo un mercato che – non a caso – volga sempre più alla sostenibilità.

Resta aggiornato con noi sul mondo dell’edilizia! Segui myAEDES