Skip to main content

Verbale sopralluogo in cantiere del Direttore dei Lavori: uno strumento di sorveglianza e monitoraggio dell’avanzamento dei lavori.

verbale direzione lavoriIl sopralluogo di cantiere può coinvolgere diverse figure, non solo nell’ambito della sicurezza: costituisce infatti uno strumento attraverso cui anche il Direttore dei Lavori assicura la sorveglianza durante la fase esecutiva ed il monitoraggio dell’avanzamento dell’opera in ambito contabile. È infatti proprio attraverso questo strumento che il Direttore dei Lavori, o un suo incaricato, adempie agli obblighi di alta sorveglianza delle opere assicurando ad esempio il controllo delle varie fasi di realizzazione e la verifica della conformità dell’opera rispetto al progetto ed al capitolato.

Ne consegue che il Direttore dei Lavori assume un ruolo centrale e di fondamentale importanza ai fini dell’esecuzione dell’opera, poiché costituisce un vero e proprio punto di riferimento per il Responsabile del Procedimento e più in generale per il Committente e la Stazione Appaltante.

Come è organizzato l’ufficio di Direzione Lavori

A tale scopo, in accordo proprio con la Stazione Appaltante, il Direttore dei Lavori può organizzare, nell’ambito di opere di particolare importanza e complessità, una struttura di tecnici a supporto del suo operato, che garantiranno l’assolvimento di alcune funzioni di cantiere.

In linea generale, la struttura può comprendere uno o più Direttori Operativi, ciascuno specializzato nella disciplina di propria pertinenza – ad esempio, strutture, impianti elettrici o meccanici, impianti di sollevamento verticale, facciate e finiture – e gli Ispettori di Cantiere, ovvero coloro che costituiscono il vero e proprio occhio in cantiere del Direttore dei Lavori.

Tutti i professionisti saranno dunque coinvolti a diverso titolo all’assolvimento delle mansioni in capo alla Direzione lavori, come ad esempio l’accettazione dei materiali, la verifica sull’esecuzione, la contabilità di cantiere e più in generale della verifica della corrispondenza e della conformità dell’opera rispetto a quanto previsto da progetto e capitolato.

A cosa serve il verbale del Direttore dei Lavori?

In ragione di quanto sopra, il Direttore dei Lavori non è dunque obbligato dalla normativa a garantire la presenza quotidiana in cantiere, ma deve comunque monitorare l’avanzamento dei lavori e – laddove necessario – prescrivere opportune azioni o istruzioni per garantirne la regolare esecuzione. Difatti, come descritto sul Codice Appalti, l’ufficio di direzione lavori, è l’ente preposto al “controllo tecnico, contabile ed amministrativo dell’esecuzione dell’intervento, affinché i lavori siano eseguiti a regola d’arte ed in conformità al progetto e al contratto”.

Inoltre, è opportuno tenere presente che il Direttore dei Lavori è l’unico soggetto titolato normativamente ad interloquire con il Committente ed i Responsabili delle Imprese, assumendo pertanto un ruolo centrale e di fondamentale importanza nei rapporti con la Stazione Appaltante.

Quindi, durante l’esecuzione e soprattutto in concomitanza di attività critiche o di particolare importanza, il Direttore dei Lavori, o un suo incaricato, dovrà redigere un apposito verbale in cui saranno riportate tutte le informazioni necessarie a individuare le attività nella loro totalità e completezza: in questo modo il professionista avrà modo di monitorare – anche a distanza – l’avanzamento del cantiere, mantenendo una memoria documentale scritta adeguata alla delicatezza dell’incarico professionale, costituendo in definitiva un vero e proprio supporto integrativo al Giornale dei Lavori.

È quindi evidente che con la redazione di un verbale di sopralluogo accurato ne beneficerà innanzitutto il buon andamento del cantiere, ma anche e soprattutto la flessibilità del professionista che sarà in grado ad esempio di fornire immediatamente un report al committente circa l’avanzamento dei lavori o la valutazione di una fase di attività critiche.

Particolari tipi di verbali del Direttore dei Lavori

Ci sono alcune circostanze particolari, durante l’esecuzione dell’opera, in cui il Direttore dei Lavori è obbligato a redigere un verbale e sono le seguenti:

  • Verbale di Consegna Lavori: è solitamente redatto contestualmente ad una visita immediatamente prima dell’inizio del cantiere e certifica l’avvio dell’attività contabile e dei lavori, fissandone con certezza la data di inizio;
  • Verbale di Sospensione dei Lavori: è redatto se il Direttore dei Lavori rileva in cantiere una situazione di pericolo grave ed immanente o più in generale una situazione per cui non è possibile proseguire l’esecuzione in sicurezza dell’opera.
  • Verbale di constatazione: è redatto in circostanze di allontanamento di una o più imprese dal cantiere per varie ragioni, quali ad esempio la risoluzione del contratto o attuazione di disposizioni disciplinari, ed ha lo scopo di contabilizzare con certezza quanto eseguito dall’impresa;
  • Verbale di Ultimazione dei Lavori: è redatto contestualmente alla conclusione dei lavori e fissa la data ufficiale di chiusura delle attività contabili.

Ha una valenza legale il Verbale di Sopralluogo del Direttore dei Lavori ?

In definitiva, il Verbale di sopralluogo del Direttore dei Lavori è da intendersi come un documento a corredo del Giornale dei Lavori, costituendone in ambito contabile un documento di supporto fondamentale, ed ha il fine di disciplinare l’operato del Direttore dei Lavori, approfondendo le modalità di monitoraggio della regolare esecuzione dei lavori e di prevenzione delle difformità.

Risulta pertanto fondamentale integrare al Verbale e lo stesso Giornale dei Lavori con osservazioni e prescrizioni che descrivano completamente le modalità di verifica della conformità dell’opera, riportando ad esempio gli elaborati oggetto di controllo, oppure ancora fotografie di supporto ai verbali, che permetteranno di analizzare le fasi lavorative acclarando ad esempio le cause di eventuali difformità.

Perché è importante conoscere costantemente lo stato di avanzamento e contabilità del cantiere?

Ultimo aspetto, non per importanza, è quello riguardante la contabilità in cantiere, che costituisce la base per la verifica del rispetto dei tempi contrattuali. Il Direttore dei Lavori procederà, in contraddittorio con l’impresa, a valutare gli Stati Avanzamento Lavori, a partire dalle singole voci di computo metrico e del cronoprogramma. In funzione della complessità dell’opera, tale attività può protrarsi anche per giorni e sarà fondamentale per il professionista avvalersi di collaboratori efficienti e di tutti gli strumenti disponibili, come ad esempio verbali di sopralluogo finalizzati alla contabilità o alla constatazione delle opere, per gestire ed ottimizzare queste delicata fase.