fbpx

Incidenti in cantiere: chi sono i soggetti incaricati della sicurezza in cantiere e quali sono i loro obblighi

Secondo l’ I.L.O. (International Labour Organization), nel mondo ogni minuto 616 lavoratori si infortunano sul lavoro e 4 muoiono Nel 2017 è stato evidenziato che l’adozione di strategie inefficaci o di misure insufficienti in materia di salute e sicurezza sul posto di lavoro produce costi molto elevati.

Gli infortuni che si verificano con più frequenza nei cantieri sono gli stessi di 50 anni fa e comprendono: caduta dall’alto, caduta di gravi dall’alto, seppellimento, elettrocuzione.

Nel 2010 i 215 casi mortali avevano comportato un costo sociale di 879.000.000 €, pari ad oltre 4.000.000 € per decesso. Il costo della non sicurezza veniva definito, pertanto, in 4.379.000.000 €.

Ancora oggi vi è una scarsa percezione e consapevolezza dei rischi da parte dei lavoratori, una bassa attenzione alla formazione degli operai in tema di sicurezza nei cantieri oltre che un uso non corretto dei DPI.

Soggetti incaricati della sicurezza in cantiere

Sanzioni abusi edilizi: i nuovi proprietari sono responsabili dei vecchi abusi

Il committente dei lavori è responsabile dell’operato dell’imprese esecutrici in cantiere e deve valutare in via preliminare alla esecuzione dei lavori i rischi in caso di

presenza di più imprese anche se non contemporaneamente.

Il committente è obbligato a verificare

  • il coordinatore per l’esecuzione segnali le inosservanze delle imprese alle norme di sicurezza, con le eventuali proposte di: sospensione dei lavori, allontanamento dal cantiere delle imprese o dei lavoratori autonomi e risoluzione del contratto.
  • il responsabile dei lavori adempia ai propri obblighi (art. 90);
  • siano adempiuti tutti gli obblighi di legge da parte del R.L., D.L., C.S.P., C.S.E, imprese esecutrici (art. 93 c.2);
  • sia trasmessa la notifica preliminare all’ASL e all’ITL territorialmente competenti nei casi previsti (art. 99).

Inoltre, il committente è tenuto a chiedere: 

  • una dichiarazione relativa al contratto collettivo stipulato dalle organizzazioni sindacali;
  • estremi delle denunce dei lavoratori effettuate all’INPS, all’INAIL ed alle casse edili relativi alla dichiarazione dell’organico medio annuo. 

Sempre il committente deve: 

  • designare il coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione CSP;
  • designare il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione CSE.

Non può essere nominato CSE:

  • un suo dipendente
  • il responsabile del servizio di prevenzione e protezione RSPP dell’impresa esecutrice
  • il datore di lavoro dell’impresa esecutrice; 

Nella normativa di riferimento in tema di sicurezza  (D.lgs. n. 494/96 ), il legislatore ha esteso la  clausola di incompatibilità CSE/Impresa esecutrice, oltre al datore di lavoro, anche ai suoi  dipendenti ed al responsabile del servizio di prevenzione e protezione, interno o esterno. 

Quando serve il CSE e su quali cantieri?

myaedes Incidenti in cantiere: chi sono i soggetti incaricati della sicurezza in cantiere e quali sono i loro obblighi

Quando serve il coordinatore sicurezza in fase di esecuzione CSE e su quali cantieri?

Il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione non è necessario quando:

  • il cantiere è privato per qualsiasi importo e non è richiesto il permesso di costruire l’opera  da parte di una sola impresa. 
  • il cantiere è privato per importi superiori o inferiori a 100.000€ ed è richiesto il permesso di costruire  l’opera da parte di una sola impresa.

Il CSE non è il controllore della qualità dei lavori, bensì è il supervisore dei rischi che potrebbero correre i lavoratori sul cantiere. 

Tra i compiti di un CSE ci sono quello di: 

  • vigilare l’inizio di ogni lavoro;
  • disporre provvedimenti in caso di inosservanza del PSC (non fermarsi alla mera segnalazione);
  • vigilanza in corso d’opera con visite frequenti in cantiere e ispezioni.

A tal fine il CSE dovrà dimostrare la sicurezza del cantiere mediante documentazione relativa alle sue ispezioni. Per questo il CSE può utilizzare la suite di software messa a disposizione da myAEDES per archiviare in modo sicuro le foto, le annotazioni e le disposizioni di ogni singolo sopralluogo sui cantieri.

Tramite l’app myAEDES il CSE ha la possibilità di creare un verbale CSE da smartphone o tablet, di compilarlo in ogni sua sezione mediante foto e testi (i testi oltre che scritti con la tastiera, possono essere dettati e saranno riconosciuti automaticamente dall’applicazione). 

Inoltre i verbali sono accessibili da qualsiasi PC o Mac tramite un browser. Quindi c’è sempre la possibilità di accedere dal proprio ufficio o da casa e ritrovare tutti i documenti, pronti per essere modificati e condivisi con chiunque. 

myAEDES è l’app definitiva per chi lavora in cantiere come il CSE ed è disponibile sempre nella versione gratuita. 

Per provarla basta scaricarla dal proprio store. 

Scopri myAEDES, il software gestionale che digitalizza e sostiene i professionisti e le imprese edili.
Scopri come gestire i cantieri da qualsiasi dispositivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su